Economia

L’Antitrust bacchetta Venezia per il duopolio nel trasporto lagunare

Gli ex assessori Bergamo e Panciera (UDC) inaugurano il disastroso Vaporetto dell'Arte, insieme all'ex Presidente di ACTV Panettoni (PD)

E’ sempre antipatico dire “l’avevamo detto”, ma l’avevamo detto. In estrema sintesi, il trasporto lagunare a Venezia è nelle mani di due attori. Uno è l’impresa pubblica ACTV S.p.A., gestore del servizio in house. L’altro è l’impresa privata Alilaguna S.p.A., la quale beneficia di un illegittimo affidamento diretto senza gara. Le due imprese compongono un duopolio,…

Comune commissariato: il M5S interroga Alfano sulla permanenza delle Municipalità

Le sei Municipalità in cui è ripartito il Comune di Venezia

Il Comune di Venezia è stato commissariato, a seguito delle dimissioni di Consiglio e Sindaco. Rimangono però ancora in piedi le sei Municipalità (in realtà, semplici consigli di quartiere) che non sembrano proprio volersi far da parte. Questo, almeno, stando alle dichiarazioni dei vari Presidenti che, va detto, non vedevano l’ora di ritagliarsi un piccolo…

“Bad company” o, semplicemente, pessimi amministratori?

Tavolo di poker

Il M5S di Venezia condanna fermamente la disastrosa situazione alla quale è stato condotto il Casinò di Venezia. CdVG S.p.A., la società che gestisce la casa da gioco comunale, potrebbe rimanere infatti senza una sede a causa del fallimento della società immobiliare CMV S.p.A., la “bad company” alla quale sono stati trasferiti i debiti del…

Immigrazione e turismo di lusso: una sopportabile, costruttiva contraddizione

Boldrini

“Non possiamo, senza un’insopportabile contraddizione, offrire servizi di lusso ai turisti affluenti e poi trattare in modo a volte inaccettabile i migranti che giungono in Italia dalle parti meno fortunate del mondo, spesso in condizioni disperate” (Laura Boldrini). Presidente, dopo quest’ esternazione al Convegno che si è tenuto a Montecitorio durante la presentazione del rapporto…

INSULA, il “carrozzone” che galleggia sempre!

multi

La delibera con cui, il 17 marzo scorso, il Consiglio Comunale ha rinnovato l’affidamento di vari servizi alla propria società partecipata, INSULA S.p.A., è stata evidentemente predisposta al solo scopo di tenere in vita questo “carrozzone”, contro ogni più banale criterio di economicità e di efficienza, e in palese violazione delle norme sulle società strumentali…

A CASA SUBITO ORSONI E IL CENTROSINISTRA #liberiamocafarsetti

Aiutiamo quest'uomo a sciogliere il dubbio amletico che lo affligge...

La bocciatura dei due emendamenti “Salva Venezia” al Senato, quello “taroccato” del PD e quello presentato dal M5S, con conseguente applicazione di tutte le sanzioni previste per lo sforamento del Patto di Stabilità, è soltanto la goccia che ha fatto traboccare il vaso di un’amministrazione comunale allo sbando totale. Il deputato DA VILLA ha dichiarato,…

Il “salva-Venezia” del PD non vale un fico secco, i dipendenti comunali sono “salvi” solo se passa l’emendamento M5S

Il buco nero di bilancio creato dai "bravi" amministratori di Venezia

Il Comune di Venezia, è noto, non ha rispettato il Patto di Stabilità nel 2013 non solo per lo scostamento con gli anni passati in cui beneficiava di eccezionali e cospicue entrate economiche (Casinò e fondi di Legge Speciale) ma anche per la totale incapacità del centrosinistra locale di gestire il denaro pubblico come farebbe il…

Le nomine nelle Partecipate: le astuzie dell’amministrazione e gli stipendi dei manager

ravagiusto

Cos’hanno in comune il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e il direttore generale di CMV S.p.A. Vittorio Ravà? A prima vista non molto. Però entrambi percepiscono uno stipendio di più di 300.000 euro. E a fornire il dato è una fonte autorevolissima: il Sindaco del Comune di Venezia prof. Giorgio Orsoni. Il Presidente degli…

Ancora nomine strane

images

La stampa locale di mercoledì 26 giugno ha riportato la nomina di Massimo Miani a presidente di CMV S.p.A. Tale nomina è illegittima e il M5S l’ha immediatamente contestato con un’interrogazione. “L’incarico non poteva essere conferito” dichiara il portavoce M5S Placella, “in quanto Miani nell’anno precedente aveva già ricoperto l’incarico di presidente. È necessario lasciar…