La ciclostazione del bike sharing serve a Piazzale Roma

Spesso utilizziamo il modo di dire “piuttosto che niente, meglio piuttosto” sottolineando la convenienza di ottenere una parte, anche minima, di una richiesta che migliori una condizione. Ma, in certi casi, il piuttosto si traduce in nulla, accompagnato da un sapore di presa in giro, come nella scelta della ciclostazione del Bike Sharing a Venezia.

Come M5S abbiamo bocciato l’ipotesi, strombazzata a giornali e siti unificati dall’Amministrazione, di una  ciclostazione di bike sharing presso la “centralissima” isola del Tronchetto: se consideriamo la macchinosità per raggiungere il Tronchetto rispetto al terminal che per i veneziani è indiscutibilmente  Piazzale Roma, capiamo come si stia negando, in particolar modo ai residenti,  quelle opportunità di alternativa di trasporto e quel servizio di prossimità che è uno degli obiettivi del sistema di bike sharing.

Ma di questo l’Amministrazione  pare non accorgersene!

Risultati immagini per bike sharing veneziaDa mesi siamo determinati a far realizzare  la  ciclostazione del servizio bike sharing nel luogo più consono e pratico per i cittadini. Il 27 settembre 2017,  un  emendamento al DUP  (documento unico di program-mazione)  del triennio 2018-2020, avevamo proposto di collocare gli stalli   del   bike   sharing  all’ interno della rimessa comunale, emendamento bocciato dalla maggiorenza fucsia. Dopo gli annunci di questi giorni, abbiamo deciso di rilanciare depositando un’interpellanza. Chiediamo all’ Amministrazione di non trattare i cittadini di Venezia come cittadini di serie B ma, di offrire loro, l’opportunità di usare la rete di bike sharing in modo non discriminatorio. A supporto di questa richiesta abbiamo portato svariati esempi dei vantaggi che si avrebbero nell’ implementare la rete di collegamento del Bike Sharing comprendendo  Piazzale Roma:

  • la ciclostazione presso il terminal di P. Roma permetterebbe a Venezia Città di diventare parte di questa rete poichè è già presente una pista ciclabile lungo tutto il Ponte della Libertà e che si congiunge con le principali strade della terraferma;
  • si allargherebbe il bacino dei potenziali utilizzatori; basti pensare agli studenti che, non avendo la copertura viabilistica delle linee Actv in tutte le ore della giornata da o per le scuole, potrebbero scegliere di ovviare alla circostanza con una buona pedalata;
  • aiuterebbe ad evitare l’uso di mezzi propri in caso di scioperi;
  • offrirebbe un’alternativa ecologica e sana, obiettivi propri del progetto di sviluppo del bike sharing, per raggiungere luoghi poco serviti da ACTV di Mestre, Marghera ecc., soprattutto per quei cittadini residenti a Venezia Città e nelle isole spesso privi di veicoli di proprietà;

-“ Quando la Giunta, nella persona dell’Assessore al bilancio Michele Zuin aveva dato parere negativo al nostro emendamento” – ricorda la consigliera Sara Visman – ” non c’erano state fornite motivazioni convincenti. Abbiamo l’impressione che la bocciatura dell’emendamento avesse più una valenza politica”.

Il bike sharing funziona laddove si riesce comodamente a prendere la bicicletta non certo in luoghi dove, per poterla ritirare, si è obbligati a prendere un bus o il people-mover. Per questo, il M5S chiede all’Assessore alla Mobilità Renato Boraso di “battere un colpo” e di portare sul tavolo della commissione compertente la discussione coinvolgendo AVM. Al Tronchetto può trovare comodamente posto il bicipark, rivolto perlopiù ai turisti che intendono raggiungere Venezia con biciclette proprie o a noleggio. Risultati immagini per ciclabile venezia

Il sistema di bike sharing è invece dedicato principalmente ai cittadini che, per usufruirne, pagano un abbonamento annuale all’azienda AVM che lo gestisce. Conveniente  per  spostamenti  veloci ( la  prima ora è gratuita) è incentrato nell’ambito territoriale del Comune, ambito che, ribadiamo, non può prescindere dal comprendere Piazzale Roma dal momento che esiste una pista ciclabile. Del resto, lo stesso regolamento sull’uso delle biciclette in Centro Storico, permette ai possessori di bicicletta di recarsi a Piazzale Roma accompagnandola a mano e da li prendere appunto, la ciclabile a fianco della SS.11 che attraversa anche il Ponte della Libertà.

Movimento 5 Stelle – Venezia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*