M5S: sul Palazzetto un voto senza pregiudizi

Simbolo radioattività

Le condizioni ambientali dei 42 ettari dell’area sono piuttosto gravi: fatto il marginamento da parte dell’ex Magistrato alle Acque, permane il problema dei fosfogessi radioattivi da asportare o da “sigillare” con apposito “sarcofago”, analogamente a quanto fatto al Parco di San Giuliano.

Il 5 febbraio, a Mestre, si è svolto un consiglio comunale con un unico tema all’Ordine del Giorno: l’area dei Pili ed il suo possibile sviluppo urbanistico.
La discussione è stata molto accesa ed, a tratti, imbarazzante per il piglio arrogante del Sindaco che, finito il suo intervento, se n’è andato lasciando al suo posto la coppa del campionato A1 vinto dalla sua squadra di basket.
Per questo incredibile gesto di spocchia verso l’attività del consiglio comunale, la nostra consigliera Elena La Rocca, insieme ad un altro consigliere di opposizione, ha lasciato l’aula per esprimere la sua netta disapprovazione, non solo verso Brugnaro ma anche verso la Presidente del consiglio comunale che, almeno formalmente, dovrebbe sanzionare tali condotte e comportarsi in modo imparziale.

Alla fine dei lavori si è giunti a votare una sola mozione, presentata dai gruppi di maggioranza ed alla quale gli altri due consiglieri M5S, Davide Scano e Sara Visman, hanno contribuito, apportando delle modifiche (in particolare, è stato escluso il riferimento ad altre previsioni, lasciando solo quello del “palazzetto e servizi accessori”).
Questo voto favorevole, a quella che è pur sempre una mozione d’indirizzo (la delibera vera e propria arriverà chissà quando), ha sorpreso positivamente alcuni mentre altri non hanno nascosto dubbi e critiche. Ecco perché abbiamo pensato di girare il seguente video, così da poter meglio evidenziare i vari ragionamenti che ci hanno condotto a schiacciare il pulsante verde.
Guardalo e fallo girare:

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle
Comune di Venezia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*