Aspettando Godot e i 70 nuovi vigili promessi

Spaccio al Parco Bissuola? Degrado in Piazza San Marco?
Più controlli attorno alla stazione di Mestre? Atti di vandalismo al Parco di Catene?
Turisti ubriachi? Moto ondoso in laguna? Venditori ambulanti abusivi?

In anteprima, il profilo del perfetto candidato per un posto da vigile urbano secondo le linee-guida stilate dal Comandante
In anteprima, il profilo del perfetto candidato per un posto da vigile urbano secondo le linee-guida stilate dal Comandante

 

La risposta dell’amministrazione a tutti questi problemi è sempre la medesima: i 70 nuovi vigili urbani che dovrebbero essere assunti e che il Sindaco ha promesso fin dall’inizio del suo mandato, anche con specifici stanziamenti a bilancio.
Purtroppo, a causa delle sanzioni per lo sforamento del Patto di Stabilità nel 2014 e nel 2015 (che si riflettono sull’anno successivo), non è stato possibile fare queste benedette assunzioni.
Ora, nel 2017, però la musica è cambiata perché il meccanismo perverso del Patto di Stabilità non c’è più e quindi non vi sono più scusanti.

Ci saremmo aspettati dunque, ragionevolmente, di veder pubblicato il bando sin dal primo gennaio di quest’anno, se non anche prima.
Del resto, già la procedura di selezione, tra pubblicazione del bando e prove psico-attitudinali, prenderà almeno un paio di mesi. Poi inizierà la lunga fase di formazione del personale, visto che trattasi di
contratti “formazione e lavoro”. Insomma, vedremo forse i vigili “freschi” a dicembre o il prossimo anno.
E invece pare che dovremmo aspettare ancora, ad oggi infatti nella
sezione web dedicata a “Concorsi e selezioni in corso”, nel sito comunale, non c’è proprio niente.
Stamattina, si è colta l’occasione per chiedere chiarimenti su tale vicenda, durante la seduta della commissione consiliare II che aveva all’
ordine del giorno la discussione di un’interpellanza in materia di spaccio e degrado sulle strade di Mestre. Ebbene, né l’assessore alla Sicurezzail Delegato al Controllo di Vicinato si sono sbottonati sul tema delle assunzioni, anzi hanno detto che la domanda posta dal capogruppo M5S era “fuori tema” e che, per avere una risposta, sarebbe stato meglio scrivere un’interpellanza ad hoc.
Peccato che, per rispondere all’interpellanza odierna abbiano impiegato “solo” otto mesi e tirando fuori di nuovo il solito “…ma con i vigili nuovi faremo…”.

Il cuore, ma soprattutto il portafoglio, del Sindaco è sempre più "carioca"

Il cuore, ma soprattutto il portafoglio, del Sindaco è sempre più “carioca”: troverà un po’ di tempo anche per i cittadini che l’hanno eletto?

«Ma com’è possibile? – ha commentato Davide Scano alla fine della commissione – La sicurezza è “il tema” fondamentale, quello su cui il Sindaco ha vinto la campagna elettorale. Ed ora gli uffici, che lui stesso dice di aver riorganizzato (!), sono talmente ingolfati da non riuscire, in un anno e otto mesi, a preparare uno straccio di bando?
C’è qualcosa che non va. La sicurezza delle nostre strade non è più così “urgente”?

Magari Brugnaro, che lavora 16 ore al giorno, potrà dirci qualcosa una volta tornato dall’ennesimo viaggio in Brasile per la cura, immaginiamo,
degli interessi aziendali».

 

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle
Comune di Venezia

Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*