NIENTE ASILO Puntata n.1

Disegno senza titolo

Il 29 luglio 2016, con una mozione, abbiamo chiesto all’amministrazione l’impegno ad assumere il personale necessario al funzionamento di nidi e materne. Ciò sarà possibile a partire da settembre, quando sarà concluso l’iter di conversione del DL 113/2016 che contiene (all’art.17) la deroga al divieto di assunzione per il personale dei servizi per l’infanzia. Una richiesta del tutto ragionevole visto che il settore sta in piedi soprattutto grazie alla buona volontà delle educatrici costrette agli straordinari per coprire il servizio.

Invece l’Assessore Zuin ha dato parere negativo alla mozione, che è stata respinta perché contenente “dati non condivisibili”.

Qual’era la parte non condivisibile? Quella che riassumeva quanto accaduto di recente?

– a seguito dello sforamento del Patto di Stabilità, il Comune di Venezia si è trovato nei primi mesi del 2016 nella condizione di non poter procedere a nuove assunzioni, anche per quanto riguarda il personale educativo di nidi e scuole dell’infanzia..”

…o le criticità emerse?

– …il problema della carenza di personale nei servizi per l’infanzia è stato affrontato prolungando l’orario di lavoro del personale in servizio e anticipando talvolta l’orario di chiusura dei servizi..”

..o forse ha dato fastidio ricordare che:

…i genitori sono stati informati con scarso preavviso della chiusura anticipata dei nidi con conseguente necessità di trovare, in tempi rapidi, una soluzione per la cura per i figli”

..oppure la considerazione che:

..il personale educativo ha più volte rilevato che tali condizioni di lavoro non sono idonee, soprattutto quando protratte nel tempo, a garantire un lavoro qualificato ed in sicurezza, sebbene svolto con la migliore determinazione e volontà”

Non sappiamo cosa abbia infastidito l’Assessore al punto tale da considerare non condivisibile la nostra proposta. Invece ha considerato del tutto condivisibile la mozione successiva, che chiedeva il generico impegno a:

presentare un piano che garantisca, per l’anno educativo 2016/2017, a cominciare da settembre 2016, il corretto svolgimento dei progetti educativi anche con l’assunzione del personale necessario

Certo questo impegno vuol dire tutto e niente, mentre la richiesta fatta da noi corrispondeva ad un effettivo impegno a coprire i posti vacanti:

si impegna il Sindaco e la Giunta ….ad aggiornare il Piano del Fabbisogno del personale per l’esercizio 2016 inserendo il personale docente dei servizi per l’infanzia e a prevedere la stabilizzazione del personale precario al fine di coprire le posizioni attualmente vacanti

Sarà il caldo agostano che offusca le menti, ma non abbiamo ancora capito quali sono i dati non corretti e non condivisibili. Qualcuno può illuminarci?!

Elena La Rocca – Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle, Comune di Venezia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*