Parking per bus turistici, accolta proposta M5S e “fucsia”

Mercoledì scorso, il consiglio comunale ha votato all’unanimità un’importante mozione, presentata più di sei mesi fa, sul tema dell’accoglienza turistica.
Il documento è, peraltro, un bell’esempio di collaborazione bipartisan poiché è stata scritta a quattro mani dal consigliere M5S Davide Scano e dal
consigliere “fucsia” Paolo Pellegrini: ragionando sull’uso, spesso scarso, dei parcheggi scambiatori esistenti i due hanno immaginato di attrezzarne qualcuno per altri scopi.

ztl_bus_checkpointIn particolare, è stato esaminato il settore degli autobus turistici che, secondo fonti AVM, possono arrivare anche a 300 unità al giorno, generando incassi notevoli per il bilancio comunale grazie ai pass ZTL di cui ogni veicolo si deve dotare per entrare nel territorio comunale: negli ultimi due anni gli introiti sono stati pari a circa 19 e 23 milioni di euro, quasi quanto l’imposta di soggiorno.
Insomma, un fiume di denaro a cui non corrisponde purtroppo un adeguato servizio per una categoria di lavoratori spesso dimenticata: gli autisti dei pullman. Questi ultimi, infatti, dopo aver scaricato i passeggeri hanno bisogno di parcheggiare l’autobus, di pulirne gli interni e i vetri, di scaricare i reflui delle toilette e poi, ovviamente, di mangiare e di riposarsi un po’, in attesa di ripartire.

Un recente studio di ISFORT e ANAV, in merito all’accessibilità turistica nelle città d’arte, conferma proprio che in Italia, a differenza di altri paesi europei, mancano strutture con servizi di questo tipo.
Ecco quindi la proposta, molto semplice: individuare una o più aree da adibire a parcheggio per bus turistici, approntando anche i servizi accessori di cui sopra. Tra le aree possibili sulle quali gli uffici stanno ragionando, per ora, vi sono: un’area vicino al PalaExpo (comoda per Venezia), l’area di via Bella (ex “mercatino rumeni”),
il park scambiatore al capolinea del tram di Favaro.

Con la nostra proposta, accolta positivamente anche dall’assessore alla Mobilità, Renato Boraso, si ottengono vari risultati insieme:

1. miglior accoglienza turistica;
2. aumento e maggior diffusione “geografica” dei parcheggi per bus turistici: oggi infatti gli unici stalli pubblici si trovano presso l’isola del Tronchetto ma sono pochissimi (28 stalli al costo di 2 euro/30 minuti e per un massimo di 3 ore) e sempre occupati. Stranamente, nella
pagina web di AVM, si pubblicizzano anche due parcheggi privati: l’uno all’isola del Tronchetto (Interparking, dotato di 500 posti) e l’altro a Fusina (Terminal Fusina, dotato di 300 posti);
Bus turistici3. creazione di qualche nuovo posto di lavoro;
4. maggior facilità nel risolvere alcuni problemi viabilistici causati dalla presenza massiccia e impropria di autobus turistici in certe zone della città (via Einaudi e incrocio ai Quattro Cantoni, Ponte della Libertà e Tronchetto, area c.c. Panorama).

Il consigliere Davide Scano ha commentato così il voto: “spero vivamente che la maggioranza riesca ad essere, anche per il futuro, dialogante e attenta alle nostre proposte di buon senso”.

Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle
Comune di Venezia

Be Sociable, Share!

  1 comment for “Parking per bus turistici, accolta proposta M5S e “fucsia”

  1. Greco Giovanni
    12 Luglio 2016 at 11:26

    Buongiorno sono un autista di pullman volevo complimentarmi , con il sindaco e la giunta , scrivo da una panchina di fronte alla tabaccheria re mida al tronchetto , come compagnia c’è x terra un torsolo di mela mezzo mangiato mozziconi di sigarette tovaglioli di carta sacchetti di plastica cibo vario in via di decomposizione e naturalmente i cestini strapieni di immondizia , dove mi trovo è la porta di accesso x migliaia di turisti ogni giorno è il loro primo impatto con venezia very compliment ottima immagine della città bravi è così che si incrementa turismo ….oggi è il 12 luglio 2016 ho pagato 420 euro x transitare visto che il parcheggio non è gratuito x portare un gruppo di cinesi il bus e sotto il sole e dentro ci saranno 50 gradi e naturalmente non c’è ne’ una sala a noi dedicata magari con aria condizionata né un bagno dove poter andare . quando riparto immagino sarò riposatissimo visto che spendete così bene i soldi che vi diamo ( secondo me illeggittimi se devono pagare i turisti devono farlo tutti non solo quelli che arrivano con il bus ) consiglierei alla giunta di usare i nostri soldi x comprare dei topi di plastica da mettere vicino alla monnezza che mi sta accanto prima che arrivino quelli veri
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.