TRIVELLAZIONI: UN BUCO NELL’ACQUA? Incontro pubblico per comprendere e discutere i rischi delle trivellazioni in mare e gli interessi in gioco.

Sabato 20 febbraio Disegno senza titolo (5)appuntamento a Venezia per discutere di trivellazioni in Adriatico e delle conseguenze negative che esse provocano sulle risorse ittiche e sul comparto marino in generale, sulla subsidenza, sulle attività legate al turismo. A organizzare l’incontro, che si svolgerà presso la Sala San Leonardo, Cannaregio 1584 dalle 14,30 alle 19,30, è l’associazione Grilli Venezia, in tandem con la deputata veneta Silvia Benedetti (M5S), componente della Commissione agricoltura alla Camera, referente istituzionale per quanto riguarda le politiche sulla pesca.

Obiettivo dell’incontro è sensibilizzare l’opinione pubblica, anche in vista del referendum previsto il prossimo 17 aprile, sui danni provocati dalle trivelle e sulla necessità di abbandonare definitivamente la strada dei combustibili fossili per imboccare finalmente quella delle energie alternative rinnovabili, seguendo non solo il buon esempio dei paesi più avanzati ma anche le indicazioni emerse dall’ultima Conferenza delle Nazioni Unite”, dichiara Benedetti.

Disegno senza titolo (7)

Il Veneto è una regione colpita direttamente da questa problematica, che si aggiunge ad un contesto generale di disastro ambientale per cui siamo al primo posto nella classifica nazionale, di fronte all’indifferenza della classe politica locale. Insomma, non possiamo permetterci anche le trivelle!” prosegue.

Sarà questo solo il primo di una serie di incontri itineranti in programma sul territorio veneto, per affrontare la tematica a 360°. C’è tanto da fare anche perché il nostro no alle trivelle è netto, riguarda non solo il mare ma anche la terraferma. Per essere chiara: noi riteniamo che si debba arrivare ad una moratoria totale. Abbiamo pensato di partire da Venezia con questa campagna di sensibilizzazione, perché città ed ecosistema lagunare sono tra i primi a subire gli effetti disastrosi delle trivellazioni. Venezia purtroppo è diventata un testimonial di scelte politiche poco compatibili con ambiente e cultura. Su questa città dovrà essere puntata tutta la nostra attenzione”.

Tanti gli ospiti previsti: esponenti del mondo eni-trivelle-inquinamento-malapolitica-pedicini-m5s-5stelleeuropa-thumb-660x370-52177scientifico e accademico, associazioni e comitati ambientalisti locali e nazionali, da Greenpeace al Coordinamento no Triv a Italia Nostra, rappresentanti del comparto del turismo, movimenti del territorio impegnati sul referendum no triv, esponenti istituzionali, tra cui la consigliera regionale Patrizia Bartelle.

Ampio spazio verrà dato alle domande e agli interventi dei cittadini.

A chiudere i lavori sarà Silvia Benedetti, che aggiunge: “Raccoglierò le sollecitazioni e tutto ciò che emergerà da questo primo incontro per tradurlo in iniziative parlamentari concrete, che come sempre è bene condividere con i territori”.

Movimento 5 Stelle – Comune di Venezia

Gruppo di Lavoro COMUNICAZIONE

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.