No allo scavo del Contorta: mozione M5S anche alla Camera

Arriva anche alla Camera la mozione del Movimento 5 Stelle contro lo scavo del Canale Sant’Angelo Contorta.
Primo firmatario è il parlamentare veneziano del Movimento Marco Da Villa.
Nel mirino del Movimento 5 Stelle c’è la Valutazione d’impatto ambientale speciale: “La Via speciale è illegittima – accusa infatti il deputato veneto del Movimento – l’infrastruttura non è direttamente individuata nell’elenco allegato al Documento di Economia e Finanza, che è l’unico a poterla inserire in Legge Obiettivo”.
La mozione è stata sottoscritta da tutti i deputati veneti del Movimento e dall’intero gruppo parlamentare.

VENEZIAIl Movimento 5 Stelle è da sempre a favore della tutela dell’intera Laguna di Venezia, non solo del Bacino San Marco – continua Da Villa – lo scellerato progetto sul canale Sant’Angelo Contorta ha persino avuto una relazione negativa per la Valutazione di Incidenza Ambientale da parte degli stessi consulenti del Porto, perché mette a repentaglio decine di ettari di zone protette dalla direttiva europea ‘Habitat’. Abbiamo saputo dai pescatori del luogo che proprio da lì proviene la maggior quantità di fauna ittica pescata in Laguna”.

Che fare, dunque?
In assenza di un Piano Regolatore Portuale – rivelano i parlamentari del Movimento – non è possibile procedere all’adeguamento di un canale lagunare che non è affatto destinato alla navigazione ed è pure al di fuori dell’autorità del Porto”.
Quindi il Porto – conclude Da Villa – dovrebbe attivare al più presto il percorso verso il Piano Regolatore, definendo i propri ambiti di competenza sulla Laguna, e dovrebbe farlo dando pieno ascolto ai Comuni coinvolti e seguendo l’ordine del giorno approvato dal Senato in febbraio, che impegna il Governo a valutare tutti i progetti alternativi. Uno dei quali, quello fuori dalle bocche di Porto, è stato presentato dell’amministrazione 5 Stelle di Mira”.

Da parte sua il Governo, – è il commento dei firmatari – per rispettare lo spirito degli impegni assegnatigli in Senato dovrebbe con il Ministro dell’ambiente far sospendere l’attuale procedura e avviare una valutazione ambientale strategica in cui tutte le alternative siano paritariamente valutate. L’individuazione di una soluzione rapida e compatibile con la Laguna non può prescindere dal rispetto delle regole, poste a tutela dell’ambiente e dei cittadini”.

Movimento 5 Stelle Comune di Venezia

Rassegna stampa:
Grillini contro il Contorta, mozione alla Camera (Veneziatoday, 14.10.2014)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.