M5S a Venturini (PD): chi è l’ignorante?

Il deputato locale M5S, Marco Da Villa, ha presentato, il 17 luglio scorso, un’interrogazione urgente al Ministro dell’Interno per comprendere i motivi del mantenimento in vita delle sei Municipalità del Comune di Venezia, nonostante il consiglio comunale si sia dimesso e l’ammistrazione sia retta ora da un commissario prefettizio.
Il Gazzettino ha dato ampio risalto alla notizia, con un articolo del 23 luglio (clicca qui).
Naturalmente, i sei Presidenti di Municipalità, colti nel vivo, hanno risposto (articolo, nello stesso quotidiano, il giorno dopo) nel modo a loro più congeniale, ovvero delegittimandoci e dicendo che siamo ignoranti. Sai che novità…
Dal giorno 26 luglio abbiamo tentato così, inutilmente, di far pubblicare uno straccio di replica a queste accuse ingiustificate e per raccontare alcuni ulteriori fatti che, a nostro parere, potevano risultare interessanti, anche per i lettori del famoso quotidiano locale.
Ecco, nell’ordine, i nostri argomenti:

  • Ecco cosa hanno prodotto le Municipalità: maggior burocrazia e moltiplicazione di uffici con le stesse mansioni Si può partecipare alla vita pubblica della città anche senza di esse?

    Ecco cosa hanno prodotto le Municipalità: maggior burocrazia, maggiori costi e moltiplicazione di uffici con le stesse mansioni.
    Possono i cittadini partecipare, dal basso, alla vita pubblica della città anche senza di esse?

    il Presidente della Municipalità di Mestre, Massimo Venturini, ritiene che l’esercizio di una prerogativa parlamentare, com’è la presentazione di interrogazioni, sia “una spesa inutile per la collettività”. Bene, se proprio vuol parlare di sperpero di denaro pubblico non deve far altro che guardare in casa propria, scoprirà quanto inutili siano divenute nel tempo le Municipalità. Quando mai sono stati minimamente presi sul serio i loro pareri (non vincolanti) da parte dell’amministrazione centrale (a trazione PD, lo stesso partito di Venturini)?
    Non cerchino poi i Presidenti di proclamarsi “indispensabili” per via dei servizi erogati dagli uffici delle Municipalità: tali servizi infatti funzionerebbero lo stesso in base ai vari regolamenti comunali che disciplinano settore per settore. Non è necessaria la presenza dei sei parlamentini ma di soldi da spendere in welfare, lavori pubblici, sport e scuole. I soldi però non ci sono per l’infelice gestione del bilancio comunale, la cui responsabilità politica ricade, indubbiamente, anche sullo stesso Venturini.

  • Venturini poi dice: “non voglio entrare in polemica con chi non si studia le leggi e parla a caso”. Da Villa ha dichiarato, a tal proposito, così: “ho fatto riferimento, nel testo dell’interrogazione, a tutte le leggi che disciplinano le Municipalità, in primis l’art. 17 del D.Lgs. n. 267/2000 (TUEL) e poi Statuto e Regolamento comunale. Non saprei proprio a quale altre leggi si riferisca Venturini, anche perché, a differenza nostra, lui è rimasto sul generico. Ma come? I grillini ignoranti citano le leggi e il colto Presidente di Municipalità del PD non vuol condividere le conoscenze?“;
  • nell’articolo poi è scritto che l’articolo 12 del Regolamento comunale, dedicato alle Municipalità e citato nell’atto ispettivo, prevederebbe soltanto due casi di decadenza delle Municipalità: le dimissioni o la sfiducia del Presidente. In realtà non è l’art. 12 bensì l’art. 16 che prevede tutto questo (ha sbagliato il giornalista o il sommo Venturini?).
    In ogni caso, accanto a tali ipotesi, si può ben argomentare, come facciamo noi, che per interpretazione analogica con il caso dell’art. 12 anche nel caso di commissariamento, i consigli di quartiere decadranno e si dovranno riunire solo in casi “urgenti ed improrogabili”;
  • circa la conoscenza delle leggi italiane, vorremmo invitare il Presidente Venturini a stare un po’ più cauto nell’attribuire ad altri patenti di “ignoranza” perché, come chiunque può constatare nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito comunale, risulta che egli sia l’unico amministratore cittadino a non aver pubblicato il suo curriculum vitae, in palese violazione dell’art. 14 del D.Lgs. n. 33/2013 e, prima ancora, dell’art. 11 co. 8 lett. h) del D.Lgs. n. 150/2009. Insomma pare che sia lui ad avere qualche problema con le leggi nazionali. E così, a più di quattro anni dalla sua elezione, non si è ancora premurato di trasmettere il suo curriculum per la necessaria pubblicazione. Il M5S presenterà, naturalmente, richiesta di accesso civico di tale atto al Responsabile per la Trasparenza, segnalando il tutto anche alla CIVIT presso l’Autority Anticorruzione;
  • Venturini liquida infine l’intera questione dicendo che, il Ministero avrebbe comunque già reso un parere in merito alla “sopravvivenza” delle Municipalità. E di questa chiarezza non possiamo che essere felici ma lo saremo stati ancor di più se Venturini per trasparenza, non verso di noi ma verso i cittadini, avesse pubblicato questo fantomatico documento. O vuole, forse, tenere nascosto anche questo?
    Del resto, se l’avesse fatto subito, il nostro parlamentare non avrebbe sentito l’esigenza di presentare al Ministro l’interrogazione in questione, che cerca soltanto di rispondere ai dubbi sollevati, in queste settimane, dai cittadini;
  • con tutto il rumore fatto, siamo riusciti comunque a venire in possesso di questo parere (clicca qui) il quale, tuttavia, si basa su di un’interpretazione analogica di norme che non regolano, anche qui, il caso specifico. Insomma, si tratta di una tesi né migliore né peggiore di quella espressa da noi, nell’interrogazione parlamentare, semplicemente altra e opposta.
    Occorre peraltro specificare che l’unica sentenza che viene citata dagli uffici del Ministero, a rinforzo della loro opinione, è una decisione del TAR Umbria del 1999 (la n. 386 del 20 maggio 1999) la quale, tuttavia, riguarda un caso non sovrapponibile a quello veneziano. Si tratta infatti del caso di Terni che, in un’analoga situazione di commissariamento, ha mantenuto in vita i propri consigli circoscrizionali perché nell’art. 50 dello Statuto comunale (ora art. 56 comma 7) sancisce che “lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale non comporta l’automatico scioglimento dei Consigli di Circoscrizione che rimangono in carica sino al rinnovo del Consiglio Comunale medesimo“. Ebbene, una norma di questo tipo non esiste proprio nello Statuto di Venezia come neppure nel Regolamento ad hoc sopra ricordato;
  • il parere del Ministero scricchiola dunque perché poggia su elementi non certi e interpretazioni analogiche. Si sarebbe potuta accogliere, in alternativa, la tesi, da noi proposta al Ministro, circa l’esistenza di un rapporto pertinenziale tra Comune e organismi decentrati. Ergo: cade il primo, cadono anche i secondi. Nessuno però ha voluto percorrere questa strada.
    C’è da augurarsi soltanto, visto il parere dato, che nessun membro del Governo “amico” abbia voluto esercitare pressioni “improprie” sui funzionari ministeriali allo scopo di tener in piedi “la baracca” delle sei municipalità e aiutare così un PD locale in balia degli arresti.
Massimo Venturini, il noto (!) Presidente della Municipalità di Mestre-Carpenedo

Massimo Venturini, il noto (!) Presidente della Municipalità di Mestre-Carpenedo

Sorge, a questo punto, una domanda: tutto quel che abbiamo scritto sopra non avrebbe meritato, in questi ultimi undici giorni, uno spazio (anche piccolo) nelle pagine locali del Gazzettino?
Il nostro parlamentare non avrebbe dovuto godere del diritto di replica visto che si è beccato, gratuitamente, dell’ignorante?
Vuoi vedere che in redazione avranno pensato che il Presidente Venturini non conta, dopotutto, un granché in città e quindi anche le sue parole lasciano il tempo che trovano?

Già, dev’essere andata proprio così.  😉

Gruppo Movimento 5 Stelle
Comune di Venezia

  8 comments for “M5S a Venturini (PD): chi è l’ignorante?

  1. roberto buja
    7 Agosto 2014 at 09:10

    Le Municipalità,dovrebbero diventare delle Delegazioni dei cittadini residenti nei vari Quartieri stabiliti dal Consiglio Comunale nel 1975.
    Avere doppioni di uffici è uno sperpero di denaro pubblico ,in quanto devi creare dei Dirigenti,dei Responsabili di Servizio e dei capi ufficio(U.O.C).
    Le delegazioni di quartiere propongono al Consiglio Comunale e all’Assessore preposto i vari problemi inerenti le scuole pubbliche,i servizi sociali,gli impianti sportivi,le strade,ect.
    Gli uffici di Anagrafe e stato civile sono già 30 anni che sono stati strasferiti nei Quartieri,così le Sezioni di Polizia Urbana.Solo l’Urbanistica,l’Edilizia Privata.Il Commercio,i Tributi non hanno creato succursali nei vari Quartieri.

  2. hey
    19 Dicembre 2020 at 02:57

    Taxi moto line
    128 Rue la Boétie
    75008 Paris
    +33 6 51 612 712  

    Taxi moto paris

    Pretty section of content. I just stumbled upon your website and
    in accession capital to assert that I acquire in fact enjoyed account your blog
    posts. Any way I’ll be subscribing to your feeds and even I achievement you access consistently rapidly.

  3. 23 Dicembre 2020 at 22:43

    Hey I know this is off topic but I was wondering if you knew of any widgets I could add to my blog that automatically tweet my newest twitter updates. I’ve been looking for a plug-in like this for quite some time and was hoping maybe you would have some experience with something like this. Please let me know if you run into anything. I truly enjoy reading your blog and I look forward to your new updates.|

  4. 24 Dicembre 2020 at 20:49

    Yes! Finally someone writes about %keyword1%.|

  5. 25 Dicembre 2020 at 12:10

    You can definitely see your enthusiasm in the work you write. The arena hopes for more passionate writers like you who are not afraid to say how they believe. All the time go after your heart.|

  6. 26 Dicembre 2020 at 02:29

    Unquestionably believe that which you said. Your favorite reason seemed to be on the net the simplest thing to be aware of. I say to you, I certainly get annoyed while people consider worries that they just don’t know about. You managed to hit the nail upon the top as well as defined out the whole thing without having side effect , people could take a signal. Will probably be back to get more. Thanks|

  7. 6 Gennaio 2021 at 10:21

    An interesting discussion is worth comment. I do think that you need to write more about this issue, it may not be a taboo matter but usually folks don’t discuss such topics. To the next! Best wishes!!|

  8. 15 Gennaio 2021 at 18:54

    Hi! Someone in my Facebook group shared this site with us so I came to look it over. I’m definitely enjoying the information. I’m bookmarking and will be tweeting this to my followers! Wonderful blog and outstanding style and design.|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *