Manifestazioni e contro-manifestazioni a Venezia: il M5S è post-ideologico!

Il Movimento 5 Stelle di Venezia è composto da cittadine/i che non si sentono più caratterizzati da ideologie di sorta, siano esse di destra o di sinistra.
I suoi principi fondanti sono all’interno della Costituzione italiana, delle 5 Stelle (Acqua, Energia, Ambiente, Connettività e Trasporti) e della Carta di Firenze.
Non si riconosce affatto negli slogan evocativi di tragici momenti della storia italiana quali la “Marcia su Roma”.

I "no-global" raccolgono mattoni e sanpietrini da un vicino cantiere edile per manifestare "meglio" le  loro idee...

I “no-global” lagunari raccolgono mattoni e sanpietrini da un vicino cantiere edile per esprimere al meglio, e pacificamente (!), le loro idee…

Né, peraltro, condivide le contro-iniziative inutilmente provocatorie dei gruppi di estrema sinistra che oppongono alla violenza, altra violenza e che, puntualmente, lasciano una scia di danneggiamenti a proprietà pubbliche e private (basti ricordare la “guerriglia” messa in atto a Piazzale Roma il 14 dicembre scorso).
Il M5S rigetta ogni forma di violenza, di razzismo e di discriminazione, sia essa di destra o di sinistra.
Prendendo atto della decisione della Prefettura di vietare, per motivi di sicurezza, la manifestazione organizzata da Forza Nuova, ritiene che, in ogni caso, la contrapposizione tra formazioni politiche non deve risolversi in sterili e dannose dimostrazioni di forza.
Tanto l’iniziativa di Forza Nuova quanto quella delle forze che l’hanno contrastata appaiono come un “teatrino della politica” in cui si oppone ideologia ad ideologia: basti pensare alle prime critiche, da destra questa volta, rispetto allo svolgimento del “Gay Pride” in città.

Manifestanti di Forza Nuova con il braccio alzato: il classico saluto fascista e nazista...

Manifestanti di Forza Nuova con il braccio alzato: il classico saluto fascista e nazista…

Il M5S prende le distanze da tutto questo e preferisce azioni concrete nell’interesse dei cittadini.
Cerchiamo di essere pratici” ha dichiarato il consigliere M5S, Gianluigi Placella, “invito dunque i promotori della contro-manifestazione ed i deputati del PD, Martella e Mognato, a porre in essere, con coerenza, iniziative di tipo legislativo per far applicare la XII disposizione finale della Costituzione, che vieta la riorganizzazione del disciolto Partito Nazionale Fascista, se si ritiene che essa sia stata violata”.

Movimento 5 Stelle Venezia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.