“10 METRI” TRA EDIFICI: UNA BRUTTA PAGINA PER L’URBANISTICA IN ITALIA (E A MESTRE)

Può mai immaginare un comune cittadino, in buona fede, che la propria amministrazione comunale gli rilasci una concessione edilizia “fuorilegge” e che a causa di quest’ultima egli potrebbe pagare al proprio vicino di casa un bel po’ di soldi per risarcimento danni?

Ovviamente una persona normale, che di mestiere non faccia il geometra o l’architetto, non può certo sapere che il “pezzo di carta” rilasciatogli dagli uffici tecnici del Comune contiene in realtà una deroga illegale a un’importante legge nazionale: l’art. 9 del D.M. n. 1444/1968. Tale norma stabilisce semplicemente che, per motivi di maggior salubrità ambientale e vivibilità delle abitazioni, gli edifici di nuova costruzione dovranno stare ad una distanza minima di almeno 10 metri dalla parete finestrata del palazzo vicino. E i Comuni e le Regioni, in sede di preparazione o aggiornamento dei loro strumenti urbanistici, devono naturalmente osservare questa regola.

Il Comune di Venezia, al pari di molti altri Comuni italiani, non l’ha però rispettata e si è “inventato” delle regole tutte sue, bocciate tuttavia dai giudici anche recentemente. E se l’amministrazione lagunare ha rilasciato oltre 20.000 concessioni edilizie contra legem dal 1968 al 1996 (stima dell’allora difensore civico), il problema in tutta Italia potrebbe forse interessare alcune centinaia di migliaia di famiglie.

Il Movimento 5 Stelle di Venezia ha presentato un’interrogazione al Sindaco, attraverso il proprio consigliere comunale, grazie all’aiuto dell’associazione “10 METRI” per fare luce su questa intricata storia e sulle gravi responsabilità dell’amministrazione locale e regionale.

P.S. La vicenda è certo complicata e così la lettura dell’interrogazione può risultare un po’ noiosa. Per questo motivo, gli attivisti del MoVimento hanno girato un video che illustra, in modo più semplice, quest’ennesima brutta storia italiana. Buona visione e diffusione!

.

Autore: Davide SCANO, del Gruppo URBANISTICA e LL.PP. – MoVimento 5 Stelle di Venezia

 

 

Rassegna stampa:

 

 

2012-12-22, Il Gazzettino, 10 metri della discordia, Il Comune chiarisca

 

2012-12-23, La Nuova Venezia, I 5 stelle, sui palazzi troppo vicini il Sindaco chiarisca

 

2012-12-21, Rete Veneta, telegiornale, servizio sull’interrogazione “10 metri”, presentata dal Movimento 5 Stelle di Venezia

 

 

  10 comments for ““10 METRI” TRA EDIFICI: UNA BRUTTA PAGINA PER L’URBANISTICA IN ITALIA (E A MESTRE)

  1. Massimiliano
    15 Marzo 2013 at 15:52

    Quando un cittadino che possiede un terreno edificabile, si reca da un progettista per la redazione di un progetto finalizzato all’edificazione, il progettista sa benissimo se le norme urbanistiche (basta leggersi il Piano Regolatore Generale) permettono o no l’intervento desiderato. Il progettista sa se le distanze in progetto sono o no “a norma” e chiaramente lo deve comunicare al cliente, per cui quando viene richiesto il titolo abilitativo per un intervento non a norma, entrambi sanno perfettamente che non dovrebbe essere concesso quanto richiesto, eccetto in caso di corruzione od abuso d’ufficio da parte di chi concede. Sicché chi ha costruito non rispettando i 10 metri sapeva quello che faceva. Chi ha acquistato, poi, da costui, si potrà rivalere sullo stesso e sul notaio che non ha controllato la legittimità della concessione.

  2. 28 Novembre 2020 at 11:08

    If you are going for best contents like me, simply go to see this website every day because it provides feature contents, thanks|

  3. hey
    19 Dicembre 2020 at 05:20

    Taxi moto line
    128 Rue la Boétie
    75008 Paris
    +33 6 51 612 712  

    Taxi moto paris

    My brother suggested I might like this blog.

    He was entirely right. This post actually made my day.
    You cann’t imagine just how much time I had spent for this info!
    Thanks!

  4. 23 Dicembre 2020 at 18:16

    Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to say that I’ve truly enjoyed surfing around your blog posts. After all I will be subscribing to your rss feed and I hope you write again soon!|

  5. 24 Dicembre 2020 at 17:34

    If you wish for to increase your familiarity just keep visiting this web page and be updated with the latest information posted here.|

  6. 25 Dicembre 2020 at 09:43

    Wow, that’s what I was looking for, what a information! existing here at this website, thanks admin of this website.|

  7. 25 Dicembre 2020 at 23:52

    Excellent pieces. Keep posting such kind of information on your site. Im really impressed by it.

  8. 6 Gennaio 2021 at 07:03

    wonderful points altogether, you simply received a new reader. What might you suggest in regards to your put up that you made a few days ago? Any certain?|

  9. 15 Gennaio 2021 at 16:12

    You are so interesting! I don’t suppose I’ve truly read something like this before. So nice to discover someone with a few unique thoughts on this issue. Really.. thanks for starting this up. This web site is one thing that is needed on the internet, someone with a little originality!|

  10. 5 Marzo 2021 at 17:45

    I’m not that much of a online reader to be honest but your blogs really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your website to come back later on. All the best|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *