I concorsi pubblici del Comune “fanno a pugni” con la Costituzione

Gli amministratori del Comune di Venezia pensano, probabilmente, di godere di una qualche forma di extraterritorialità all’interno dello stato italiano, un po’ come San Marino o Città del Vaticano. Questa convinzione dipenderà forse dall’esistenza della cd. Legge Speciale (per la salvaguardia della Laguna) o dalla presenza di uno degli unici quattro casinò ammessi nel territorio nazionale. Questa “specialità” viene però applicata anche per i concorsi pubblici e senza alcuna apparente giustificazione legale.

Il Movimento 5 Stelle di Venezia già due anni fa aveva acceso i riflettori su alcuni concorsi in cui la modalità di assegnazione dei punti discriminava notevolmente i partecipanti “esterni”, cioè quelli che non avevano maturato esperienze lavorative pregresse nel Comune di Venezia.  Sandro  Simionato (PD), vicesindaco e assessore al Personale, ha risposto beffardamente alla nostra interpellanza: ha ammesso infatti che, certo, si era voluto aiutare gli interni con l’intento di procedere a una loro stabilizzazione (non più ammessa però dalla legge) ma senza eccedere troppo nella discriminazione degli altri concorrenti.

La scorsa settimana, grazie al prezioso lavoro di cittadini e attivisti, il consigliere comunale Marco Gavagnin ha presentato altre due interrogazioni al Sindaco sul tema dei concorsi.

La prima riguarda un vecchio concorso interno del 2009 per 30 posti da vigile urbano con progressione di carriera a “istruttore direttivo, cat. D1”. Nonostante siano passati alcuni anni il MoVimento ha voluto comunque chiedere chiarimenti in merito a una serie di “anomalie”, accadute durante le prove d’esame, le quali hanno causato sostanzialmente una disparità di trattamento fra concorrenti. Basti qui ricordare, ad esempio:

– l’ammissione al concorso di tre candidati che hanno presentato la domanda di partecipazione oltre il termine previsto. E ciò con una motivazione valida per uno solo di essi: il malfunzionamento del software per la presentazione telematica della domanda. Una sentenza del tribunale, sezione lavoro, ha confermato successivamente l’illegittimità del comportamento del Comune: il giudice ha infatti riconosciuto il diritto di un altro candidato, il primo dei non vincitori, ad entrare nella graduatoria finale al posto di uno dei due “ritardatari” risultato, in prima battuta, vincitore della selezione senza però, a detta del giudice, avere il diritto di parteciparvi;

– la possibilità data soltanto ad alcuni gruppi di candidati, suddivisi, per ragioni di spazio, tra più aule, di poter consultare codici commentati e testi di dottrina anche se formalmente vietato nel bando;

– il fatto che il Presidente della Commissione giudicatrice, l’allora Comandante dei Vigili e Capo degli Ispettori del Casinò, Marco Agostini, ha comunicato informalmente (tramite sms, facebook, telefonate) ad alcuni concorrenti i risultati delle prove scritte ancor prima che essi fossero pubblicati ufficialmente alcuni giorni dopo. Così facendo ha, innegabilmente, attribuito un vantaggio ad alcuni concorrenti nella preparazione delle prove orali;

– per la prova orale, la commissione giudicatrice ha preparato soltanto 12 domande per circa 60 concorrenti e quindi coloro che sono stati esaminati dal secondo giorno in poi hanno avuto modo di conoscere prima le domande, proposte e riproposte più volte;

– nella valutazione dei compiti vi sono state, apparentemente, ambiguità e contraddizioni tra cui, va ricordato, il compito di un candidato che ha liquidato simpaticamente una delle tre prove così: “per tale argomento partirei dall’ art. 19 della legge 689 del 24 Novembre 1981 ma il tempo è tiranno. Sta suonando la campanella. Grazie”. Nonostante la palese “non risposta” il punteggio assegnato è stato addirittura pari a 2 su un massimo di 7.

Vogliamo credere che il comportamento della dott.sa Maddalena Morino, direttore del Personale, e Marco Agostini, ex comandante dei Vigili Urbani, sia stato improntato alla più assoluta buona fede ma, in base a quanto verificatosi, non possiamo fare a meno di credere anche che, nello svolgimento del concorso, vi siano state numerose disparità di trattamento,  ingiustificabili per dei dirigenti così ben remunerati.

Se la selezione, per assurdo, fosse stata fatta per estrazione a sorte dei vincitori, come per la tombola, il risultato sarebbe stato statisticamente simile a quello attuale (un misto tra persone meritevoli e meno meritevoli) con il vantaggio che tra gli uffici non si respirerebbe l’atmosfera di rancore e ostilità che ancora oggi si avverte, da quanto ci risulta, tra ex partecipanti al concorso. Chi porterebbe infatti rancore al collega che avesse ottenuto l’avanzamento di carriera vincendolo alla tombola?

Ad ogni modo, tutto questo non importa più a Marco Agostini perché egli è stato nominato Direttore Generale del Comune dalla nuova amministrazione, guidata da Giorgio Orsoni (i due hanno in comune una profonda amicizia con l’ex patriarca Angelo Scola). Con questo incredibile miglioramento di carriera sono arrivati vari incarichi, tra cui pure l’ingrato compito di controllare le assunzioni fatte da ACTV nell’affaire “Parentopoli” scoppiato l’anno scorso. Intervistato poi da un giornale locale circa l’esito della sua verifica, Agostini ha spiegato che, per evitare in futuro vicende simili, “sarebbe importante trovare una persona superpartes in grado di gestire i concorsi e le selezioni pubbliche” e poi ha concluso così: “solo una componente tecnica esterna potrà garantire un’assoluta trasparenza” (Il Gazzettino, 18 gen. 2011). Pensava forse a sé stesso?

Con la seconda interrogazione è stata contesta invece la legittimità di sei recenti bandi di concorso per la formazione di varie graduatorie (assistente sociale, educatore di strada, istruttore amministrativo/direttivo/tecnico) da cui il Comune dovrà attingere per l’assunzione di nuovo personale a tempo determinato. Anche qui, purtroppo, le discriminazioni tra concorrenti si sono sprecate, basti qui ricordare:

l’esclusione radicale dalle graduatorie dei lavoratori co.co.co., dei praticanti e degli altri collaboratori a vario titolo, dotati delle esperienze lavorative richieste nel bando, per il solo fatto che hanno svolto queste esperienze in un ente locale diverso dal Comune di Venezia. Si presume forse che l’attività di lavoro svolta da un co.co.co., ad esempio, al Comune di Rovigo, alla Regione Veneto o alla provincia di Modena sia meno valida della stessa identica attività fatta nella città lagunare?

– Il fatto che un lavoratore subordinato “interno” (cioè, sempre con curriculum formatosi nell’amministrazione veneziana) possa accedere alle graduatorie con soli 9 mesi di esperienza alle spalle mentre il corrispondente lavoratore subordinato “esterno” può accedervi soltanto con almeno 24 mesi di attività. Certo, quest’ultimo lavoratore non è certo considerato una “nullità” come lo sono i suoi colleghi co.co.co. “esterni” ma, in ogni caso, le sue professionalità valgono, ai fini dell’ammissione, poco meno di un terzo rispetto a quelle del corrispondente lavoratore “interno”;

– l’esistenza di precedenti graduatorie ancora valide (durano tre anni e scadono a novembre 2013) da cui il Comune dovrebbe attingere per le nuove assunzioni e che invece vengono bellamente ignorate e superate dalle nuove, senza alcuna motivazione (necessaria secondo sentenze del Consiglio di Stato) e, probabilmente, aggirando il divieto di assunzione a tempo determinato per un periodo superiore a 36 mesi, comprese proroghe e rinnovi;

– l'(im)parziale sistema, infine, di valutazione dei titoli: per questi bandi, tra l’altro, non sono previste prove scritte o orali per saggiare le reali capacità dei concorrenti ma esclusivamente una valutazione dei cosiddetti titoli. Non naturalmente i titoli di studio, non sia mai, ma solo le esperienze pregresse per lo stesso tipo di mansioni previste nel bando. Ebbene, per un lavoratore subordinato i mesi di esperienza maturata presso il Comune di Venezia valgano 0,50 punti mentre le stesse esperienze di un lavoratore inquadrato come co.co.co. valgano la metà, ovvero 0,25 punti al mese e ancora meno per un lavoratore impiegato con una qualche forma di collaborazione. Quest’ultimo, infatti, si merita soltanto 0,15 punti al mese. Ma il trattamento maggiormente discriminatorio lo subiscono sempre gli esterni. I lavoratori subordinati che hanno maturato esperienze altrove infatti si meritano solo uno striminzito decimo di punto, un quinto cioè di quello che valgono le stesse esperienze per gli ex lavoratori subordinati “interni”. Detto altrimenti: un ex lavoratore subordinato “esterno” dovrà aver lavorato, con le mansioni ricercate nei bandi, per almeno 3 anni e 9 mesi (0,10 punti x 45 mesi) per raggiungere gli stessi punti che il lavoratore subordinato “interno” del Comune di Venezia otterrà con il minimo previsto di 9 mesi di attività (0,50 punti x 9 mesi) per essere ammessi alla graduatoria.

In conclusione, sfogliando i bandi di concorso comunali e ascoltando le esperienze di quelli che, coraggiosamente, hanno partecipato a una qualche selezione, si è di fronte a un quadro veramente desolante. L’amministrazione di centrosinistra, che governa Venezia ormai da vent’anni, afferma ad ogni occasione di voler tutelare il lavoro e i precari ma poi, nel concreto, fa strage dei più elementari principi vigenti in materia di assunzione del pubblico impiego e scatena una “guerra tra poveri”.  Tutti i concorrenti sono alla disperata ricerca di un posto di lavoro, visto il livello di disoccupazione in Italia, e non è giusto mettere li uni contro gli altri con illeciti favoritismi.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (art. 3 primo comma della Costituzione).

Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tal fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini” (art. 51 primo comma Costituzione).

I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione” (art. 97 primo comma della  Costituzione).

Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge” (art. 97 terzo comma della Costituzione).

Il concorso pubblico è condizione per la piena realizzazione del diritto di partecipazione all’esercizio delle funzioni pubbliche da parte di tutti i cittadini” e poi ancora “in diretta attuazione degli artt. 3 e 51 Costituzione, il concorso consente ai cittadini di accedere ai pubblici uffici in condizioni di eguaglianza e senza altra distinzione che quella delle loro virtù e dei loro talenti come fu solennemente proclamato dalla Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1789.

Il concorso, inoltre, è meccanismo strumentale al canone di efficienza dell’amministrazione  (sentenza n. 205/2004), cioè al principio di buon andamento, sancito dall’art. 97 comma 1 Costituzione. Il reclutamento dei dipendenti in base al merito si riflette, migliorandolo, sul rendimento delle pubbliche amministrazioni e sulle prestazioni da queste rese ai cittadini” (estratto dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 293 del 13.11.2009).

.

RASSEGNA STAMPA:

Rete Veneta:           https://www.youtube.com/watch?v=VpzPCt07nQU

TeleVenezia:           https://www.youtube.com/watch?v=8o6DHBK6XnA

.

 

 

 

 

2012-11-30, La Nuova Venezia, Ricorre al Tar per il concorso

 

 

 

 

2012-12-06, Corriere del Veneto, Concorso dei vigili, tre esposti in procura

 

 

 

 

2012-12-06, Il Gazzettino, Promozioni facili, concorso nel mirino

 

 

 

 

2012-12-06, La Nuova Venezia, Movimento 5 stelle, fermate i concorsi del Comune

 

 

 

 

2012-12-07, Il Gazzettino, Agostini, il concorso per i vigili fu regolare

 

.

Massimo RADO e Davide SCANO, attivisti del MoVimento 5 Stelle di Venezia

  22 comments for “I concorsi pubblici del Comune “fanno a pugni” con la Costituzione

  1. roberto
    20 Dicembre 2012 at 22:07

    Diversi dirigenti del Comune di Venezia sono stati assunti quando avevano il diploma.
    Lavorando?,e studiando hanno preso la laurea breve.
    L’ufficio personale ha fatto dei concorsi interni da dirigente e molti attualmente ricoprono la massima carica nella Amministrazione pubblica.
    Ci sono poi i concorsi ad hoc per i dirigenti di nomina esterna o quelli interni,alcuni sono parenti di esponenti politici.
    Le nomine dei Responsabili di Servizio avvengono per “chiamata” diretta del Dirigente preposto,senza fare un concorso per titoli e curicula di tutti i lavoratori.
    Purtroppo questo non avviene solo in Comune di Venezia,ma anche in Provincia ed in Regione.
    Il grande compromesso storico evocato da beppe grillo (PDL=PDmenoL)lo troviamo nelle scelte della gestione del personale nelle amministrazioni pubbliche.
    La lega è stata infetatta dalla vicinanza del partito dell’amore delle gareghe!!!

  2. roberto
    21 Dicembre 2012 at 22:17

    Ragazzi e Ragazze!!!.
    Se avete un po’ di tempo libero cliccate sul sito del Comune di Venezia.
    In on page trovate sulla destra dei menù;aprite quello su:trasparenza,valutazione e merito(currricula vitae dei dirigenti).
    Ho aperto il primo:dott.Agostini marco,laureato nel 1986 ed il 1 agosto 1990 era capo di gabinetto del Sindaco di allora Avvocato,Senatore Ugo Bergamo.
    Con le leggi di allora il26 febbbraio 1991 fu nominato Dirigente Capo di gabinetto sempre del Sindaco Ugo Bergamo.
    La giunta del sindaco Bergamo forse era D.C.+P.S.I e amici.
    A distanza di oltre venti anni Ugo Bergamo è Assesore alla Mobilità con una giunta di altro colore,Orsoni Sindaco con P.D e centro sinistra.
    Con il Sindaco Cacciari Orsoni era Assesore,mentre in Dott.Agostini oltre ad essere il più alto Dirigente comunale è stato inserito a comandare anche il Casinò.

  3. roberto
    22 Dicembre 2012 at 19:07

    La legge Speciale per Venezia ha realizzato un sogno tutto italiano:abbiamo da oltre 20 anni la stessa classe politica e dirigenza amministrativa nella gestione del Comune di Venezia.
    Pensate Voi che è molto difficile sconfiggere questa Piovra che ha danneggiato anche le municipalizzate collegate al Comune:farmacie,Ames,Casinò,Veritas e imprese collegate,per un totale di oltre 10.000 posti di lavoro!!!!
    Alle Municipalizzate i concorsi sono al lumicino e quindi….chiamate tramite l’ufficio del lavoro per le mansioni meno qualificate ,mentre per quadri e Dirigenti….????chiamate per amici e parenti!!!

  4. roberto
    23 Dicembre 2012 at 10:12

    In data 17 dicembre 2012 la giunta Orsoni ha approvato una delibera che dà via libera alla nuova Pianta organica del Comune di Venezia.
    Non aspetttatevi una riduzione del 50% dei dipendenti compresi i quadri e dirigenti.
    Trattasi di un nuovo maquilage di tutte le municipalità che passano sotto la “sorveglianza” Politica dell’entourage dell’avvocato Giorgo Orsoni.
    Dicono che eliminano 54 figure di capoufficio (U.O.C)ma aumentano qualche quadro di Posizione Organizzativa e dirigente.
    L’intervento più scandaloso è lo sdoppiamento di Urbanistica con l’Edilizia Privata.
    Con la crisi economica in corso e con i cantieri edilizi fantasmi nel territori del Comune si inventono due nuove Direzioni con Nuovi Dirigenti,nuovi P.O.e aumento della spesa corrente del personale preposto.
    I recenti scandali corruttivi all’Edilizia Privata di Venezia forse non hanno insegnato nulla.
    I dirigenti preposti alla firma degi atti amministrativi sono coinvolti a loro insaputa e ciò mette in chiaro che in Comune di Venezia i controllori sono spariti(tranne i flash delle telecamere delle ZTL,autovelox e multe stradali).

  5. roberto
    28 Dicembre 2012 at 00:19

    Sulla stampa locale di oggi iniziano a circolare i primi nominativi dei direttori delle municipalità.
    Noi grillini aspettavamo un salto di qualità da parte del Sindaco Orsoni e da chi politicamente lo appoggia.
    Ma niente di tutto cio’…Prevale ancora l’arroganza della Casta che si serve di parentii ed amici per amministrare anche i parlamentini decentrati.
    Alle prossime elezioni del Comune di Venezia il Movimento 5 stelle dovrà eseguire una radiografia a tutti i 73 dirigenti attuali e cercare nel libero mercato le forze più sane e migliori.
    Non soldatini come diceva il filosofo,ma persone che dedicano il loro lavoro(ben retribuiti)al bene Comune.

  6. roberto
    29 Dicembre 2012 at 08:39

    La tradizione continua….
    La graduatoria finale del concorso pubblico per titoli ed esami per un posto di ingegnere al centro maree del comune; vede al primo posto un omonimo dell’attuale direttore delle previsioni maree,al secondo sempre un omonimo di funzionario ora in pensione dell’ufficio tecnico comunale di Ca’ Farsetti.
    Largo ai giovani baldi guerriori travestiti da Don chisciotte!!!

  7. roberto
    29 Dicembre 2012 at 15:12

    Gli 82 ingegneri ammessi al concorso ,più i 13 candidati esclusi per non essere in possesso del titolo di studio richiesto dal bando,và tuttta la nostra ammirazione.
    Si sà che le prove scritte si possono superare ,ma le prove orali sono fatte per amici,parenti di chi ha qualcuno all’interno della Amministrazione pubblica.
    I “Don chisciotte della Mancia” ,hanno cercato di rompere il muro della raccomandazione,ma anche questa volta per difendere i deboli e riparare i torti se la son presa a “bottega”.

  8. deluso
    3 Gennaio 2013 at 11:49

    Ho partecipato al concorso sopra citato per titoli ed esami presso il Comune di Venezia lo scorso mese di Novembre 2012, relativo ad un posto come Istruttore Direttivo Tecnico, addetto alle segnalazioni e previsioni maree – categoria D1.
    Il bando è uscito un anno fa ma solo lo scorso Novembre si sono svolte le due prove scritte, seguite da una prova orale nel mese di Dicembre.

    Quando la graduatoria è stata pubblicata ho appreso con molta perplessità che il primo classificato è il figlio del direttore dell’Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree del Comune di Venezia.

    Non è mia intenzione mettere in dubbio la professionalità e la competenza del primo classificato, ma il legame di parentela così stretto tra il vincitore del concorso ed il direttore dello stesso Centro Maree (l’Istituzione da cui è partito il bando) mi fa riflettere. Personalmente (senza accusare nessuno) ho qualche dubbio sulla correttezza, trasparenza e soprattutto sull’assenza di un conflitto d’interessi tra il primo classificato ed il direttore del Centro.

    Tra l’altro, osservando i vari punteggi della graduatoria, balza subito all’occhio che il distacco di punti tra il primo ed il secondo classificato, circa sette punti, è lo stesso che intercorre tra il secondo e l’ultimo classificato. Non so dire se a fare la differenza siano stati i titoli posseduti o i risultati delle prove concorsuali, tuttavia mi pare lecito sospettare che ci possa essere stato un vizio di fondo in questa vicenda.

    Se così fosse sarei alquanto deluso, sia come partecipante al concorso, per il tempo speso, una dose non indifferente di tempo e fatica, ma soprattutto come cittadino, perché come non raramente purtroppo capita: “Ubi major minor cessat”, non c’è limite all’arroganza del potere.

  9. roberto
    4 Gennaio 2013 at 22:21

    E i sindacati delle varie sigle presenti in Comune cosa dicono???
    In questi ultimi anni si sono stabilizzati in Comune oltre 300 lavoratori e i concorsi sono stati fatti per regolarizzare chi già aveva una carega..
    Non parliamo del vecchio concorso di ispettore al Casino’dove su 110 concorrenti interni solo 7 ha varcato il portone di Ca’ Vendramin.
    El meio(1°) el segretario de allora della C.G.I.L.-Funzione pubblica comunale,che poi divenne anche Direttore del Casinò.
    Pertanto la situazione di controllo dei circa 10.000 dipendenti pubblici o similari che dipendono dal potere Politico della giunta comunale e dalle forze sindacali presenti,gira sempre tra pseudo democristiani e pseudo postcomunisti,con accordi di potere,mettendo su un angolo morto gli interessi di tutti i Veneziani…..

  10. roberto
    9 Gennaio 2013 at 17:36

    RESTITUTION DAY! del 09 gennaio 2013.
    Nessun telegiornale televisivo ha informato il popolo Italiano che oggi a Palermo capoluogo della Sicilia un gruppo (15) di deputati del Movimento 5 stelle ha conseganto all’Assessore delle attività produttive per i giovani il 70% dello stipendio di dicembre 2012.
    Su 11.000 euri di stipendio regionale i Nostri giovani eletti hanno restituito alla regione 8.000 euri per ogni eletto pari a 120.000 euri solo per il mese di dicembre 2012!!!!
    Questa è Politica Sociale altro….che le chiacchere di tutti i voltagabbana politicante di ogni ordine e grado.
    Mi ha stupito che anche su Internet il Silenzio è quasi al Completo ,tranne il Fatto che ha relegato la Notizia nelle ultime didascalie!!
    VOTA E FATE VOTARE LA LISTA DEL MOVIMENTO 5 STELLE!!!!
    ALE’,ALE’,ALE’

  11. roberto
    13 Gennaio 2013 at 11:08

    SANTORO e BERLUSCONI in TV.
    Il cinismo e la spregiudicatezza sono gli strumenti che accompagnano anche i programmi elettorali più alti e nobili.
    Nella politica Americana è ben noto che dietro alle quinte o in segreto ci sono cose che non si possono fare!!!.
    Ad esempio,un incontro segreto tra i responsabili delle campagne dei due candidati.
    Quando la stampa lo rileva,almeno uno deve dimettersi e andarsene.
    C’è un minimo di serietà che deve essere preservata.Un livello di responsabilità intesa come accettazione delle conseguenze delle proprie azioni,altrimenti,tutto diventa un Teatro.
    E’ questa ,purtroppo ,l’impressione che l’altra sera ha comunicato la puntata del programma Servizio Pubblico interamente incentrata sul confronto?-intervista con Silvio Berlusconi.
    Lo spettacolo è stato assicurato, ma le conseguenze sono sconfortanti!!!
    E’ possibile rovesciarsi addosso le peggiori accuse e rimanere tranquillamente seduti,sorridenti e spesso compiaciuti.
    Che valore ha per Santoro e Travaglio invitare Berlusconi e dargli un palcoscenico,se è davvero una specie di incallito malfattore che ha rovinato l’Italia????
    Ciò che conta per berlusca è la battuta spiritosa,o la gag delle sedia che per lui esperto di TV porta voti ed audience!!!
    L’effetto complessivo è stato quello di una Farsa in cui la vera politica può fare a meno a dispetto della triste realtà economica degli italiani in cui Nulla sembra vero nè Serio!!!

  12. 27 Novembre 2020 at 20:57

    I was wondering if you ever thought of changing the structure of your site? Its very well written; I love what youve got to say. But maybe you could a little more in the way of content so people could connect with it better. Youve got an awful lot of text for only having one or two pictures. Maybe you could space it out better?|

  13. 23 Dicembre 2020 at 14:34

    Nice post. I used to be checking constantly this blog and I’m impressed! Very helpful information specifically the remaining phase 🙂 I deal with such information a lot. I used to be looking for this certain information for a long time. Thanks and best of luck. |

  14. 24 Dicembre 2020 at 14:46

    Piece of writing writing is also a excitement, if you be acquainted with after that you can write or else it is complicated to write.|

  15. 25 Dicembre 2020 at 07:26

    What’s up, I wish for to subscribe for this webpage to take most up-to-date updates, so where can i do it please help out.|

  16. 25 Dicembre 2020 at 21:55

    Hmm is anyone else encountering problems with the images on this blog loading? I’m trying to figure out if its a problem on my end or if it’s the blog. Any feedback would be greatly appreciated.|

  17. 26 Dicembre 2020 at 11:40

    Its like you read my mind! You seem to know a lot about this, like you wrote the book in it or something. I think that you could do with a few pics to drive the message home a bit, but instead of that, this is great blog. A fantastic read. I’ll definitely be back.|

  18. 6 Gennaio 2021 at 04:08

    As the admin of this web page is working, no doubt very shortly it will be well-known, due to its quality contents.|

  19. 10 Gennaio 2021 at 09:48

    [url=http://viagrayeah.com/]buy viagra australia paypal[/url] [url=http://finasteridetabs.com/]propecia online canada[/url] [url=http://viagratos.com/]buy viagra in singapore[/url] [url=http://hiviagra.com/]viagra canadian pharmacy no prescription[/url] [url=http://tadacippills.com/]cheap tadacip[/url]

  20. 28 Gennaio 2021 at 11:22

    I have read so many articles or reviews on the topic
    of the blogger lovers except this post is in fact a pleasant post, keep it up.

  21. 5 Febbraio 2021 at 14:56

    browse tinder for free , tinder login
    [url=”http://tinderdatingsiteus.com/?”]tinder date [/url]

  22. 18 Febbraio 2021 at 11:31

    tinder sign up , tinder website
    [url=”http://tinderdatingsiteus.com/?”]tinder sign up [/url]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *