Al contadino non far sapere…

Dal 1° settembre 2011 il Mercato del contadino e del biologico che da mesi, per due volte alla settimana, ravvivava il Campazzo Tre Ponti a Piazzale Roma, è stato spostato in calle Longhi a Santa Marta di fronte al pontile ACTV. La comunicazione dell’assessorato definiva lo spostamento sperimentale e provvisorio e dovuto ai lavori di riordino del Piazzale.

http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/48343

 

.

 

 

 

 

Con proroghe successive lo spostamento è stato confermato fino al 30 giugno 2012.

Questa risoluzione, se ha incontrato giustamente il favore degli abitanti di Santa Marta che nel loro quartiere hanno carenza di punti di vendita dei generi di prima necessità, ha creato grande insoddisfazione tra gli utenti abituali che trovavano comodissima la collocazione primitiva che in effetti era strategica sia perché meglio servita dai collegamenti di terra e di acqua sia perché collocata sulle direttrici di transito dei pendolari.

La scelta ha scontentato peraltro, anche i rivenditori che hanno da subito lamentato una diminuzione delle vendite, il che, oltre a ricadute economiche, rischia di causare una revoca della concessione comunale prevista nei casi di insufficiente affluenza e di caduta della domanda. Per di più il loro disagio è accresciuto dal regime di proroga che rende difficile una programmazione dell’impresa commerciale.

In sostanza, quella che poteva essere l’avvio di un progetto di diffusione in vari punti della città del mercato dei prodotti tipici di vicinanza e del prodotto da coltivazione biologica la cui domanda è in aumento, si sta risolvendo in singoli provvedimenti di corta prospettiva che vanno solo incontro all’interesse di pochi.

Tutte queste considerazioni, preoccupazioni e lamentele, sono confluite in una iniziativa coordinata dal Gruppo di Acquisto Solidale VENEZIANO-GAS che, con una sottoscrizione firmata da 166 famiglie di utenti veneziani e con il supporto della municipalità, ha cercato ripetutamente un incontro con l’assessore Carla Rey per esporre le ragioni della richiesta della riapertura del mercatino del Campazzo. (A tutt’oggi l’incontro non è ancora avvenuto).

Per la debolezza e contraddittorietà delle motivazioni addotte dall’assessorato, il Movimento 5 Stelle ha allora preso l’iniziativa di supportare l’azione del VENEZIANO-GAS anche per cercare di far emergere  le vere ragioni della scelta.

Di conseguenza, una volta approfonditi gli aspetti normativi ed i passaggi decisionali, il 7 febbraio il consigliere Marco Gavagnin ha presentato un’ “Interrogazione urgente con  risposta scritta”

Interrograzione_M5S_Spostamento mercato Piazzale Roma.pdf

indirizzata al Sindaco e all’assessore al Commercio chiedendo ragione dello spostamento del Mercato del contadino e del biologico dal Campazzo Tre Ponti presso Piazzale Roma alla calle Longhi.

Restiamo in attesa di risposte esaurienti alle nostre domande ed ai nostri dubbi.

Gianluigi Placella

Be Sociable, Share!

  1 comment for “Al contadino non far sapere…

  1. sandra
    7 maggio 2012 at 23:08

    Speriamo che il mercatino ritorni presto a piazzale roma. Prima riuscivo ad andarci, da quando l’hanno spostato a s. marta ci sono stata una volta sola.
    teneteci informati
    sandra

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*