Video Documentario sulla Scuola by MultiMediaRecords

I governi, negli ultimi vent’anni, hanno scelto di precarizzare la scuola e gli insegnanti.

La manovra Tremonti – Gelmini, inserita nella legge 133 dell’estate 2008, prevede di tagliare quasi 8 miliardi di euro in tre anni, riducendo 70.000 posti di docenti e 43.000 di assistenti, amministrativi, tecnici ed ausiliari.

Per fare ciò si intende aumentare a dismisura il numero di alunni per classe, ridurre le ore di lezione negli istituti tecnici, professionali e artistici, toccare il tempo pieno e prolungato, il sostegno ai portatori di handicap, ritornare alla “maestra unica” nella scuola primaria, rivedendo l’assetto ordinamentale dell’intero sistema scolastico.

A farne le spese, oltre il servizio pubblico naturalmente, saranno i precari: un esercito di quasi 250.000 persone che da anni ed anni lavorano nella scuola, assunti all’inizio dell’anno scolastico e licenziati dopo scrutini ed esami.

Spremuti come limoni e poi gettati!

In 40 minuti di interviste, testimonianze e molte immagini riprese dall’agosto al dicembre 2008, gli invisibili della scuola, i senza diritti, coloro dei quali nessuno parla, si sono ripresi la parola in un video documentario autoprodotto che promettono di presentare in tutte le scuole ai colleghi, agli studenti e ai genitori.

Video su DVD, con testimonianze dirette di vita precaria, denunce e proteste, che stanno coinvolgendo tutta la scuola – dalla scuola dell’infanzia all’Università – ed il Paese con lo slogan “noi non paghiamo la vostra crisi”.

E’ stato autoprodotto da Multimedia Records S.A.S. di Fiesso d’Artico (VE) in collaborazione con la Rete Organizzata Docenti e Ata Precari del Veneto.

E’ possibile richiederlo direttamente alla e-mail manuel.posadas@libero.it al prezzo di 10 + 2 € per spese di spedizione. Pagamento alla consegna al corriere postale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.